La parola cura, la parola guarisce
     
° Parole di guarigione

Le parole hanno il potere di creare dei legami tra le idée, tra le cose, tra gli individui. Esse permettono anche di mettere in relazione il soggetto parlante con se stesso, con il suo mondo interiore.

La parola "cura" contiene l'idea d'attenzione, d'amore. "Avere cura di…", prestare attenzione a qualche cosa, a qualcuno, occuparsi di lui, amarlo. La radice semitica della parola Cura rinvia all'idea di "scavare per cercare una sorgente", per "fare scaturire l'acqua ". Una cura è dunque un processo che mira a cercare la sorgente che permette all'acqua di sgorgare, all'essere vivente di nascere e di rinnovarsi, all'uomo, che è un essere parlante, di guarire e di prosperare. Una cura psicoanalitica mira a cercare un' origine, che è la nostra sorgente, il luogo dove scaturiscono le nostre pulsioni singolari. Una cura può rimetterci al mondo, insegnarci à lanciare un nuovo primo grido. Kur significa in ebraico "gridare" e "chiamare". Questo appello è un'invocazione e, nello stesso tempo, un "sì" alla vita, alla creazione e dunque alla guarigione.

° Formazione dell'inconscio
° L'inconscio è strutturato come un linguaggio
° La cura, una scelta intima
° Sorgente pulsionale e felicità